Articoli

Considerazioni

Progetti

 

Benvenuto

Se qualche imprecisato motivo ti ha condotto qui, benvenuto!

Quello che vedi è il mio sito personale, un luogo che tengo per me ma che condivido volentieri; ci troverai molto di me e dei miei interessi, ma mi farebbe piacere se divenisse un luogo in cui torneresti volentieri; qui parleremo di tutto, dallo sport alla musica, di informatica e hi-tech, del mio mondo e, se lo vorrai, anche del tuo. Se ti piace scrivere registrati e inizia a pubblicare i tuoi contributi; mi farebbe piacere creare una community dinamica, allegra e alla buona, parlando di tutto sempre con un sorriso, e magari un bicchiere di buon vino.

Chiunque avrà la possibilitare di pubblicare il proprio articolo dopo essersi registrato gratuitamente. Se tutto questo ti interessa, benvenuto!

Armando Mancini

×

Messaggio

Nuova Normativa sui Cookie

Questo sito utilizza cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione ed altre funzionalità. Utilizzando il nostro sito, accetti implicitamente la possibilità di ricevere sui tuoi dispositivi dei cookie atti a migliorare e gestire la user-experience.

Leggi la documentazione della direttiva e-Privacy

Non hai acconsentito di utilizzare i cookie. Questa decisione può essere cambiata cliccando sul pulsante a fianco.

A trick of the tail (1976)I Genesis sono un altro dei miei gruppi preferiti, un gruppo che ha segnato per sempre la mia vita; la prima volta che ascoltai un disco dei genesis, fu a casa di un mio amico, Gianni, il solito amico più grande che "ne sa"; quando mise sullo stereo il disco e attaccarono le prime note di "Follow you follow me" fui folgorato; quel suono così omogeneo, quelle voci, mi colpirono per sempre (era il 1978)...

In seguito ho scoperto i Genesis a tutto tondo: una band che rivoluzionò il concetto di esibizione dal vivo, portandolo a livelli di rappresentazione teatrale, grazie al talento istrionico e visionario di Peter Gabriel; i travestimenti, la presenza scenica e i concept album, presero dai Genesis linfa vitale, contribuendo in modo determinante al successo del cosiddetto "progressive rock", ovvero un genere che mischiava elementi di musica sperimentale, rock sinfonico, l'hard rock, per generare un suono ibrido di grande fascino ed impatto. I genesi hanno venduto più di 150 milioni di dischi e sono una delle band più conosciute al mondo.

Durante gli anni il gruppo ha subito diversi cambiamenti di formazione, quelle più celebri sono due: la prima, quella dell'affermazione negli anni settanta, comprendeva Phil Collins, Mike Rutherford, Tony Banks, Steve Hackett e Peter Gabriel; la seconda, quella degli anni ottanta e novanta, Phil Collins, Mike Rutherford e Tony Banks. Quest'ultima formazione è anche la più longeva e quella che ha ottenuto il maggior successo commerciale.

I Genesis sono, soprattutto, dei grandi musicisti, e questo traspare in moltissimi pezzi; atutti quelli che non li conoscono, suggerisco uno dei miei pezzi lenti preferiti: Mad Man Moon, autentica gemma contenuta nell'album "A trick of the tail"; provatela ad ascoltarla al buio!

Discografia

  • 1969 From Genesis to Revelation
  • 1970 Trespass
  • 1971 Nursery Cryme
  • 1972 Foxtrot
  • 1973 Selling England by the Pound
  • 1974 The Lamb Lies Down on Broadway
  • 1976 A Trick of the Tail
  • 1976 Wind and Wuthering
  • 1977 Seconds Out
  • 1978 And Then There Were Three
  • 1980 Duke
  • 1981 Abacab
  • 1983 Genesis
  • 1986 Invisible Touch
  • 1991 We Can't Dance
  • 1997 Calling All Stations
  • 1999 Turn It On Again: The Hits
  • 2000 Archive #2 — 1976-1992 (cofanetto di 3 CD con materiale dal vivo e raro)
  • 2003 Live at Wembley Stadium (DVD registrato nel 1987)
  • 2006 The Platinum Collection (cofanetto di 3 CD)
  • 2007 Turn It On Again - The Hits (The Tour Edition)
  • 2007 Live Over Europe
  • 2008 When In Rome (Video DVD della serata al Circo Massimo di Roma disponibile dal 18 febbraio)